Non ci rendiamo conto, ma il processo molto accurato della prefabbricazione deve essere guidato da un progetto esecutivo particolarmente preciso.

In un cantiere con sistema costruttivo tradizionale si lavora con un disegno sommario, si arriva con mattoni e malta e quando si inizia a lavorare tra modifiche e varianti, sono più i tempi di fermo cantiere in attesa di scelte e definizione dei dettagli, che il lavoro vero e proprio, oltre al continuo incremento dei costi e allungamento dei tempi.

Con una progettazione esecutiva accurata, si risparmia tempo in tutte le fasi del cantiere grazie a un progetto realmente dettagliato in ogni singolo particolare. Un valore aggiunto che significa maggior precisione e minori tempi di cantiere.

In realtà la progettazione esecutiva spinta e la prefabbricazione non comportano affatto cose complicatissime o difficili da raggiungere. Parliamo di scelte architettoniche, di forometrie, di passaggi per impianti, di predisposizione negli elementi prefabbricati di quanto verrà successivamente installato.

Chi vuole iniziare il percorso verso la propria nuova casa di paglia ha inevitabilmente un’infinità di domande e generalmente molta confusione.